Skip to main content

Elenco tipi di cuoio per scarpe e vestiti: le basi dell’abbigliamento

Il cuoio è stato utilizzato fin dall’antichità per costruire giacigli e oggetti di abbigliamento.

Il cuoio è il materiale ricavato dalla pelle degli animali la quale, in seguito ad un processo denominato “concia”, viene resa inalterabile e non soggetta a putrefazione.

Viene impiegato per la realizzazione di calzature, selleria, borse o altri oggetti.

I primi a impiegare il cuoio per compiere decorazioni furono gli Arabi, che insegnarono i loro procedimenti nella lavorazione agli Spagnoli. Questi fabbricarono i cuoi di Cordova decorati con rilievi su fondi d’oro, cesellati e dipinti, che furono usati per le tappezzerie, legatoria, fodere per sedili.

In Italia, durante il Rinascimento, il cuoio fu usato anche negli arredamenti o nei pannelli murali oppure per la legatoria dei libri. Con i cuoi bulinati, stampigliati e impressi in oro si cominciarono ad usare anche cuoi lavorati in altri modi: intarsiati, martellati, damascati, sbalzati.

Dal XVIII secolo in poi, cominciò a diffondersi il cuoio Marocchino, un tipo di cuoio di capra conciato con galla e colorito dalla parte del fiore, usato maggiormente per proteggere scrivanie, cofanetti preziosi oppure mobili in genere.

Principali tipi di cuoio usati per realizzare vestiti nel mondo:

  • Cuoio bulgaro (o anche cuoio di Russia) un cuoio conciato al vegetale, che presenta un odore particolare grazie ad un olio etereo della corteccia della betulla
  • Marocchino
  • Cuoio bollito, cuoio che si otteneva da pelli bovine, che venivano riscaldate in una miscela di cera, gomma, resina e colla (questo cuoio, con il procedimento a caldo, diveniva molle e modellabile ed era utilizzato per fabbricare astucci, foderi, borse)
  • Pelle Connolly
  • Cuoio in crosta, cuoio conciato e essiccato.
  • Cuoio cilindrato, cuoio lucidato e cilindrato utilizzato per le suole delle scarpe
  • Cuoio maschereccio, cuoio di bovino pesante, conciato con allume e poi finito con sego, oli e grassi (è usato per le bardature e per articoli vari di selleria)
  • Cuoio grasso, cuoio molto ingrassato conciato al vegetale, adoperato per le valige e per le calzature da lavoro
  • Cuoio rigenerato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *